Minimalismo come stile di vita: dalla casa alla skincare

Minimalismo come stile di vita

Gli eccessi distraggono le persone dalla ricerca del benessere, e questi possono compromettere tutti i livelli della sfera personale. Il minimalismo nasce per migliorare lo stile di vita e si basa su un atteggiamento mentale, che ha come obiettivo il focalizzarsi su obiettivi reali. Questo strumento non deve essere considerato come limitante, al contrario vuole essere vantaggioso perché rimuovendo il superfluo, si può focalizzare l’attenzione su ciò che conta per davvero.

Che cos’è il minimalismo? 

Il minimalismo viene descritto come la perfezione che si ottiene non quando non c’è più niente da aggiungere, ma quando non c’è più niente da togliere, secondo un famoso aforisma di Saint-Exupery.

In effetti, il minimalismo applicato al proprio stile di vita non deve essere considerato come una sottrazione o una privazione, ma piuttosto una scelta selettiva di ciò che si rivela benefico a lungo termine. Questo metodo si fonda sul rimuovere il superfluo, ovvero l’insieme di oggetti, pensieri e rapporti personali che non portano vantaggi, valore e non rendono significativa la vita, ma possono risultare addirittura dannosi per il proprio benessere mentale.

La dedizione all’essenziale, che è uno dei presupposti fondamentali del minimalismo, può essere applicata a qualsiasi aspetto della vita: arredamento, abbigliamento, scelte professionali, ma anche alla propria beauty routine e la cura personale. Infatti, non eccedere nell’impiego dei cosmetici, ma scegliere per la propria pelle solo quelli più utili e benefici, privilegiando possibilmente prodotti naturali, può apportare un vero miglioramento al proprio lifestyle.

Le persone minimaliste orientano le loro risorse verso ciò che li rende felici e liberi, allontanandosi da tutti gli attaccamenti materiali, che in qualche modo li appesantiscono. Ci sono vari passi da compiere per raggiungere questo risultato finale, tra cui:

  • imparare ad apprezzare quello che si ha;
  • impostare una chiara visione del proprio futuro;
  • lavorare su sé stessi per migliorare l’autostima;
  • porsi un obiettivo alla volta su cui focalizzarsi;
  • procedere in modo calmo e a piccoli passi;
  • ignorare l’inutile, che non porta un valore reale alla propria vita.

Il minimalismo in casa

Forme geometriche, strutture lineari, colori tenui, assenza di decorazioni, impiego di materiali riciclabili, questi sono soltanto alcuni degli aspetti che caratterizzano l’arredamento minimalista. Nonostante questo stile sia al momento di tendenza, esso è in realtà nato intorno agli anni Sessanta, come una nuova tendenza che si basava sulla semplicità. Il minimal nel contesto casalingo permette di valorizzare la semplicità, così da far risaltare i mobili più caratteristici della casa. Non bisogna temere pareti vuote oppure spazi volutamente lasciati liberi, ma piuttosto apprezzarne la comodità e il comfort che ne derivano. Infatti, in una casa minimalista si privilegiano gli elementi funzionali eliminando tutti gli oggetti ingombranti che occupano spazio nell’abitazione, così da muoversi più facilmente.

I requisiti di una casa minimalista sono i seguenti:

  • arredi essenziali;
  • colori a base neutra;
  • presenza di superfici libere;
  • ordine e luminosità;
  • decorazioni e soprammobili quasi assenti;
  • impiego di materiali naturali.

Il minimalismo nell’abbigliamento

Nel settore dell’abbigliamento, il minimalismo prende il nome di stile minimal, che corrisponde al motto “less is more“. Vestire minimal significa eliminare, ancora una volta, il superfluo, concentrandosi su pochi capi base, intercambiabili e abbinabili con tutto.

Colori neutri, impostazione casual, assenza di fantasie vistose, più qualità e meno quantità sono i principi ispiratori di chi desidera essere minimalista anche nella moda, senza per questo rinunciare all’eleganza.

Il minimalismo nella skincare

Uno stile di vita è anche quello del minimalismo beauty, dove si prediligono prodotti che si focalizzano sulle esigenze della propria pelle, limitandosi a una beauty routine mirata. Infatti, il termine inglese skincare significa proprio “cura della pelle”, e questo dovrebbe essere l’obiettivo dei prodotti che si utilizzano.

A seconda della tipologia di pelle (secca, grassa, mista, normale e matura) è opportuno servirsi di cosmetici mirati e preferibilmente formulati con principi attivi naturali, in grado di rispettare la naturale composizione del derma.

Minimalismo nella skincare significa soprattutto impostare una routine quotidiana efficace per migliorare non soltanto l’estetica, ma anche l’aspetto della pelle a lungo termine. Per questo motivo Oro di Spello ha formulato una linea di cosmetici naturali che, come indica il nome, sono nati nell’antico borgo di Spello. L’ingrediente filo conduttore di tutta la linea è l’olio extra vergine di oliva biologico del Frantoio di Spello. Questo grazie alle sue proprietà antiossidanti naturali, rende tutti i prodotti funzionali, delicati e unici, un esempio è la Crema Viso 24H Idratante con Olio Extravergine di Oliva Biologico. Per questo, Oro di Spello si può definire una beauty routine essenziale e clean. 

Infine, uno stile di vita minimalista permette di migliorare il benessere mentale, fisico e il proprio aspetto estetico, ma non solo. Ci permette di abbracciare la semplicità, allontanarci dal consumismo e riscoprire quali sono le cose importanti della vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *